Dolci

Cartellate(dolce natalizio pugliese)

Il Natale e’ ormai alle porte,i preparativi sono tantissimi,dopo l’albero ed il presepe tocca pensare ai regali ed  al menu’ delle feste,e in questo non possono assolutamente mancare i dolci tradizionali natalizi.

Oltre al classico panettone o pandoro,ci sono i dolci che appartengono ad ogni regione,fra questi in Puglia si preparano le cartellate,ovviamente come tutte le ricette tradizionali puo’ cambiare da famiglia a famiglia.

A Bari in casa mia si preparano così.

cartellate

 

 

Cartellate pugliesi

 

Ingredienti

300 gr di semola rimacinata

200 gr di farina

100 gr di olio extravergine

100 gr di vino bianco

1/2 bicchierino di liquore di limone

pizzico di sale

500-600 ml di vincotto di fichi

olio di arachidi per friggere

 

Preparazione

Mettere a scaldare olio e vino insieme,su una spianatoia mettere le due farine,un pizzichino di sale e cominciare a versarci sopra il liquido riscaldato,attenti a non bruciarvi,cominciate ad impastare,unirvi il liquore ed impastate ancora.

Lavorate bene l’impasto e copritelo con un canovaccio perche’ tende a seccare rapidamente.

Prendete un pezzo per volta e stendete alla macchinetta della pasta cominciando dallo spessore piu’ largo e poi stringendo man mano,ma non dev’essere troppo sottile io arrivo alla penultima tacca della macchina.

Dalla sfoglia formate delle strisce larghe piu’ o meno 3 cm e lunghe 15 circa,fatelo con una rotella dentellata,prendete la striscia e pizzicatela ogni 2 cm e poi arrotolatela a formare una sorta di rosa.

Man mano mettetele su dei telai forati per la pasta,oppure se non ne avete,su dei vassoi ricoperti da cannovacci e poneteli sopra,questo perche’ una volta preparate,le cartellate vanno fatte asciugare alcuni giorni.

Dopo essersi asciugate bisogna friggere,mettete a scaldare l’olio ed una volta pronto immergere le cartellate con la parte frastagliata in alto, fatele dorare leggermente e capovolgetele in modo che quando le toglierete dalla padella scolerete l’olio in eccesso, fatele asciugare su carta assorbente.

Dopo la frittura prendete un nuovo padellino e scaldate dolcemente il vincotto, attenti a non bruciarlo, a questo punto immergetevi poco per volta le cartellate di testa in giù.

Copritele con il vincotto e rigiratele,in modo che nella parte cava entri il vincotto, man mano riponeteli in una coppa.

Il vincotto se dovesse risultare troppo denso potete diluirlo con un pochino di vino bianco.

cartellate

Se vi piace questa ricetta venite a leggerne altre sulla mia pagina Facebook o su Instagram

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply