Colazione/ Dolci

Crostata soufflé alla ricotta

Crostata soufflé alla ricotta. L’ho chiamata in questo modo perché il delizioso ripieno di ricotta è soffice e leggero come una nuvola, sembra proprio un tenero soufflé.

Ma alla base della crostata c’è anche uno strato abbondante di confettura, io ho utilizzato una ai lamponi, ma nulla vieta di usare la preferita.

E se volessimo essere ancora più golosi del solito potremmo aggiungere sulla crostata una volta fredda, una smisurata colata di cioccolato fondente, che dite vi piace l’idea?

crostata soufflé alla ricotta

 

Crostata soufflé alla ricotta

Ingredienti

Per la pasta frolla

250 g di farina

150 g di burro morbido

2 tuorli

100 g di zucchero a velo

buccia di limone grattugiato

pizzico di sale

Per il ripieno

300 g di ricotta

80 g di zucchero

3 uova

buccia di limone grattugiata

confettura a piacere q.b.

Preparazione

La pasta frolla che vi propongo è quella del maestro Luca Montersino quindi successo assicurato.

Prepariamo la pasta frolla nel modo tradizionale e possiamo farla a mano oppure in planetaria, una volta pronta la appiattiamo e l’avvolgiamo nella pellicola e la riponiamo in frigo per una mezz’ora circa.

Dopo questo tempo accendiamo il forno e lo riscaldiamo ad una temperatura di 170°, per  la ricotta dovreste utilizzarne una abbastanza asciutta, altrimenti sarebbe meglio metterla a sgocciolare da qualche ora prima.

Riprendiamo la frolla e prima la lavoriamo un pò per ammorbidirla e poi la stendiamo e foderiamo una teglia da 24 cm, mettiamo nel frattempo la base della crostata in frigo, questa operazione farà in modo che la frolla tenga meglio la forma in cottura.

In una ciotola mescoliamo  la ricotta, lo zucchero, la buccia del limone ed i tre tuorli, gli albumi invece li montiamo a neve, una volta pronti li uniamo delicatamente dall’alto verso il basso al composto di ricotta.

Riprendiamo la base facciamo dei fori con una forchetta e stendiamo la confettura, dopo ci verseremo il composto di ricotta e uova.

Inforniamo e cuociamo per 30-35 minuti deve risultare bella dorata, quando sarà inforno vedrete che il ripieno tenderà a gonfiarsi tantissimo, questo grazie agli albumi montati,

Quando toglierete la crostata dal forno, man mano che si raffredderà il ripieno si sgonfierà un pò, tranquilli è tutto normale, ma quando l’assaggerete rimarrete incantati dalla scioglievolezza del dolce sarà proprio come una nuvola.

 

Trovate le mie ricette anche su Facebook ed Instagram

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply